Sentenze

Giustizia Sportiva: Un caso particolare per un atleta Fisi, sul casco applica un adesivo che modifica il logo “Fila” nel termine gergale “Figa”.

Particolare la fattispecie che è stato chiamato a decidere il Tribunale Federale, istituito presso la Federazione Italiana Sport Invernali a Milano, a seguito della denuncia che un comune cittadino ha rivolto nei confronti di un atleta della squadra nazionale italiana di Freeski che, in occasione di una gara di Coppa del Mondo di “Big Air”, trasmessa televisivamente, ha “sfoggiato” sul casco un adesivo che modificava il logo dello sponsor Fila, trasformandolo in un termine gergale (“Figa”).

“La ragazzata” è costata un processo disciplinare all’atleta e anche al suo allenatore che, presente sul posto, secondo l’incolpazione formulata dalla Procura Federale, si sarebbe reso responsabile di non aver dissuaso l’atleta dal rimuovere il suddetto adesivo.

Entrambi sono stati deferiti a giudizio davanti al Tribunale Federale, per aver leso con il loro comportamento l’immagine e la reputazione della Fisi e dello sponsor.

L’atleta ed il tecnico si sono difesi sostenendo che non vi sarebbe stata alcuna modifica dello sponsor (dato che nessun rapporto commerciale era intercorso tra l’azienda titolare e l’atleta), che l’atleta poco prima della competizione aveva inavvertitamente scambiato il casco ufficiale con uno di “riserva” sul quale era applicato l’adesivo, che il tecnico non si era accorto dell’avvenuto scambio, essendo impegnato nel seguire gli altri atleti in gara ed essendo l’unico allenatore presente sul posto, che comunque non vi era stata alcuna lesione della reputazione e dell’immagine della Fisi, perché tutto sommato il termine utilizzato sul casco era ormai “sdoganato”, tanto da essere utilizzato in uno spot pubblicitario in cui compare l’atleta del Coni Beatrice Vio, essere apposto sulla tuta del motociclista Valentino Rossi con l’acronimo Wlf ed essere il nome commerciale di una bevanda. Inoltre, per quanto riguarda l’allenatore, la difesa sosteneva non esservi alcuna norma nei regolamenti federali e del Coni che prescrivesse una “posizione di garanzia” per simili fatti nei confronti degli atleti.

Nonostante le suggestive argomentazioni della difesa, il Tribunale Federale ha comunque condannato il comportamento dell’atleta, anche se sanzionandolo con la sola ammonizione semplice.

Più “clemente” si è dimostrato invece nei confronti dell’allenatore che ha assolto dall’illecito contestato, in difetto della prova che dimostrasse che lo stesso avesse omesso di vigilare sul comportamento dell’atleta o che comunque non fosse intervenuto per impedirne l’uso.

 clicca qui per il testo integrale della decisione del Tribunale Federale.

~ La Caccia ~

Edoardo Mori
Con la collaborazione dell'avv. Andrea Antolini

Libro sul diritto della caccia, le leggi, la giurisprudenza commentata
Appunti di diritto delle armi e di balistica venatoria

~ Ulteriori Servizi ~

Studio legale in Trentino specialista in materia di caccia e armi, ampia esperienza in Diritto Civile, Diritto Penale, Diritti di Famiglia, Risarcimento Danni, Protezione dei soggetti deboli.

~ Lo studio ~

Lo Studio

Lo Studio Legale Antolini si avvale di professionisti di comprovata esperienza e competenza, offrendo particolare specializzazione in materie di caccia e armi, assistenza legale civile e penale.
Il nostro obiettivo è la comprensione degli obiettivi dei clienti, fornire consigli e servizi legali ispirati ai più elevati standard di qualità professionale.

  • Diritto Civile
  • Diritto Penale
  • Diritti di Famiglia
  • Risarcimento Danni
  • Protezione dei soggetti deboli
  • Separazioni e Divorzi

Contattaci

Studio Legale Antolini

Viale Dante, 19
38079 Tione di Trento (TN)

T. +39 0465 321141
F. +39 0465 329910

info@studiolegaleantolini.it
P.E.C.: andrea.antolini@pectrentoavvocati.it
Codice Fiscale e P.IVA: 02318630221

*Il presente Sito non fa uso di cookies

 Seguici su facebook


Studio legale Antolini - Viale Dante, 19 - 38079 Tione di Trento (TN) - P.IVA 02318630221 - Privacy - Cookies
T +39 0465 321141 - F +39 0465 329910
info@studiolegaleantolini.it