Consulenze

Trasporto Armi

Trasportare un'arma significa spostarla da un luogo ad un altro in condizioni

tali da rendere materialmente impossibile di usarla, carica o scarica, in modo

rapido; le armi non devono poter essere usate rapidamente neppure se ci si trova

in situazione di pericolo e quindi di legittima difesa. Quindi: le armi dovranno

essere smontate in almeno due parti, se l'arma è di tipo scomponibile

(nessun problema per doppiette, sovrapposti, fucili con otturatore; lo smontaggio

potrebbe essere complicato, e quindi non dovuto, per pistole, rivoltelle e

semiautomatici); l'arma deve essere scarica, il caricatore senza cartucce e le

munizioni devono essere a parte o, se assieme alle armi, imballate a parte. Le

armi dovranno essere in un contenitore chiuso a chiave oppure in un involucro

ben legato con cinghie o corde. Questo in linea di massima perché, ad esempio,

se l'arma è imballata come se dovesse essere spedita, si può fare a meno di

smontarla; se l'arma è priva di un pezzo essenziale, si può fare a meno di imballarla

accuratamente, ma basta che sia in un involucro. Per armi da tiro può

bastare anche l'apposita valigetta, chiusa a chiave e senza munizioni nel caricatore.

La cosa importante è che chi controlla il trasporto possa constatare che effettivamente

per poter impugnare l'arma occorre una serie di operazioni non

eseguibili in poche decine di secondi.

Le regole esposte valgono se si è autorizzati al trasporto; chi trasporta illegalmente

dovrà fornire una prova molto più convincente! Infatti un bracconiere

non può andare nel bosco con un fucile ben imballato, appostarsi in attesa di un

119

cervo e, se scoperto, sostenere che egli l'arma la stava solo trasportando! La sua

condotta in questo caso dimostra che egli aveva l'arma allo scopo di usarla (=

portarla) illegalmente e pertanto verrà giustamente condannato per porto illegale

d'armi.

Per trasportare armi in genere occorre essere muniti:

- Di apposita licenza di trasporto rilasciata dal questore; è gratuita (pagamento

di due bolli) e deve indicare giorno e mezzo del trasporto; si può trasportare

a mezzo corriere (ma pochi accettano armi) o con il mezzo proprio; in

questo caso chiedere espressa autorizzazione.

- Di una qualsiasi licenza di porto d'armi (ivi compresa quella per tiro a

volo); questa autorizza a trasportare fino a sei armi alla volta, proprie o ricevute

in comodato, oppure un numero illimitato di parti d'armi. Le armi possono essere

trasportate, usando la dovuta diligenza nella custodia, dove pare e piace

(altra abitazione, poligono, armeria). Attenzione a non impugnare l'arma in

luogo pubblico o aperto al pubblico (salvo che entro una armeria!) perché si

avrebbe un porto; è dubbio se si possa usare l'arma trasportata nel luogo privato

altrui al chiuso (es. trasporto di arma per sparare nel poligono privato di un

amico). È mia opinione che si possa, ma non vi sono sentenze. La prassi attuale,

seguita in molti poligoni privati e non contestata dalle Autorità, è nel senso

che chi trasporta un’arma, lunga o corta, in un poligono privato, può anche

usarla in esso.

Vi sono poi licenze di trasporto limitate e sono:

- La licenza di trasporto di armi sportive (L. 85/1986): essa viene rilasciata

dal questore, è gratuita ed ha validità di un anno. Occorre il certificato di

idoneità psicofisica (si può usare lo stesso utilizzato per iscriversi alla soc.

sportiva), ma non è richiesto il certificato di abilità al maneggio delle armi; occorre

inoltre l'attestazione del TSN o di altra federazione sportiva di tiro affiliata

al CONI, da cui risulti la partecipazione ad attività sportiva. La licenza non

deve elencare le armi da trasportare perché le armi sportive possono essere prese

in comodato.

La licenza autorizza al solo trasporto di un massimo di sei armi sportive su

tutto il territorio italiano, senza limitazioni (non solo per andare ad un poligono).

Non autorizza all'acquisto in armeria di armi o munizioni.

- La cosiddetta carta verde (Art. 76 Reg. T.U.): chi frequenta il TSN ha diritto

di ottenere la licenza di trasporto di armi al TSN; è una carta di riconoscimento

rilasciata dal Presidente e vidimata dal questore; autorizza esclusivamente

a trasportare al poligono a cui si è iscritti, o a quelli in cui si vada per gare

sociali, armi del tipo consentito nel poligono, anche se non sportive.

~ Consulenze ~

Consulenze in materia di Diritto e Procedura Civile e Penale

~ La Caccia ~

Edoardo Mori
Con la collaborazione dell'avv. Andrea Antolini

Libro sul diritto della caccia, le leggi, la giurisprudenza commentata
Appunti di diritto delle armi e di balistica venatoria

~ Ulteriori Servizi ~

Studio legale in Trentino specialista in materia di caccia e armi, ampia esperienza in Diritto Civile, Diritto Penale, Diritti di Famiglia, Risarcimento Danni, Protezione dei soggetti deboli.

~ Lo studio ~

Lo Studio

Lo Studio Legale Antolini si avvale di professionisti di comprovata esperienza e competenza, offrendo particolare specializzazione in materie di caccia e armi, assistenza legale civile e penale.
Il nostro obiettivo è la comprensione degli obiettivi dei clienti, fornire consigli e servizi legali ispirati ai più elevati standard di qualità professionale.

  • Diritto Civile
  • Diritto Penale
  • Diritti di Famiglia
  • Risarcimento Danni
  • Protezione dei soggetti deboli
  • Separazioni e Divorzi

Contattaci

Studio Legale Antolini

Viale Dante, 19
38079 Tione di Trento (TN)

T. +39 0465 321141
F. +39 0465 329910

info@studiolegaleantolini.it
P.E.C.: andrea.antolini@pectrentoavvocati.it
Codice Fiscale e P.IVA: 02318630221

*Il presente Sito non fa uso di cookies

 Seguici su facebook


Studio legale Antolini - Viale Dante, 19 - 38079 Tione di Trento (TN) - P.IVA 02318630221 - Privacy - Cookies
T +39 0465 321141 - F +39 0465 329910
info@studiolegaleantolini.it