Consulenze

Tasse Governative e Regionali

Le tasse regionali venatorie sono regolate con legge regionale nel rispetto

delle normativa fiscale statale; esse sono:

- licenza di appostamento fisso di caccia

- concessione di costituzione di aziende faunistico-venatorie

- concessione di costituzione di centri privati di produzione selvaggina

- abilitazione all'esercizio venatorio (il termine abilitazione è una svista del

legislatore; la tassa si paga per esercitare la caccia, non per l’esame di abilitazione!).

Le licenze possono essere annuali o pluriennali; per quelle pluriennali è necessario

il pagamento dell’importo della tassa ogni anno.

Salvo diversa disposizione le licenze hanno durata di un anno di calendario

e quindi il rinnovo va pagato entro il 31 gennaio di ogni anno. Solo la tassa regionale

che devono pagare i cacciatori segue lo stesso destino della tassa di

concessione governativa e ha durata di un anno solare, dalla data di rilascio

della licenza di porto di fucile al giorno che precede la stessa data nell’anno

successivo.

La tassa è dovuta solo se si intende esercitare la caccia in Italia durante

l'anno solare interessato. Non è dovuto se si intende cacciare solo all’estero o

solo nelle aziende agro-venatorie.

.Di recente agenti accertatori poco preparati o animati da spirito persecutorio,

si sono messi a cavillare sul momento in cui è dovuto il pagamento della

tassa. È un problema che non esiste perché l’unica cosa che conta è se al momento

in cui il cacciatore caccia (oppure risulta che abbia cacciato in base al

tesserino), abbia o meno pagato la tassa. Quando l’ha pagata è cosa del tutto

irrilevante. Come spiegato a proposito della tassa governativa, chi rinnova la

licenza ogni anno può pagare le tasse di concessione quando vuole. Chi invece

salta almeno un anno deve ricordarsi che quando paga, riattiva la sua licenza

solo dalla data del pagamento fino alla data della sua scadenza naturale; se paga

(ad es.) una settimana prima della scadenza, deve indicare chiaramente se

paga per cacciare solo per quella settimana oppure per l’intero anno naturale

che inizierà una settimana dopo.

Chi vuole evitare sciocche contestazioni farà bene, nei casi indicati, ad effettuare

il versamento nella stessa data in cui la licenza è stata originariamente

rilasciata.

Sanzioni

La legge fiscale prevede una sanzione amministrativa di tipo fiscale per chi

esercita una attività senza aver pagato la prescritta tassa di concessione (eserci281

zio caccia, appostamento fisso di caccia, costituzione di aziende faunisticovenatorie,

ecc.).

Tale sanzione amministrativa va dal 100 al 200% della tassa medesima e

con un minimo pari a 103,29 euro.

Questa si applica in aggiunta alle sanzioni previste dalla legge venatoria

(art. 31 c. 4 LC). L’art. 31 LC lett. c punisce l’omesso pagamento delle tasse

con la sanzione amministrativa da euro 154 a euro 929; se la violazione è nuovamente

commessa, la sanzione è da euro 258 a euro 1.549.

~ Consulenze ~

Consulenze in materia di Diritto e Procedura Civile e Penale

~ La Caccia ~

Edoardo Mori
Con la collaborazione dell'avv. Andrea Antolini

Libro sul diritto della caccia, le leggi, la giurisprudenza commentata
Appunti di diritto delle armi e di balistica venatoria

~ Ulteriori Servizi ~

Studio legale in Trentino specialista in materia di caccia e armi, ampia esperienza in Diritto Civile, Diritto Penale, Diritti di Famiglia, Risarcimento Danni, Protezione dei soggetti deboli.

~ Lo studio ~

Lo Studio

Lo Studio Legale Antolini si avvale di professionisti di comprovata esperienza e competenza, offrendo particolare specializzazione in materie di caccia e armi, assistenza legale civile e penale.
Il nostro obiettivo è la comprensione degli obiettivi dei clienti, fornire consigli e servizi legali ispirati ai più elevati standard di qualità professionale.

  • Diritto Civile
  • Diritto Penale
  • Diritti di Famiglia
  • Risarcimento Danni
  • Protezione dei soggetti deboli
  • Separazioni e Divorzi

Contattaci

Studio Legale Antolini

Viale Dante, 19
38079 Tione di Trento (TN)

T. +39 0465 321141
F. +39 0465 329910

info@studiolegaleantolini.it
P.E.C.: andrea.antolini@pectrentoavvocati.it
Codice Fiscale e P.IVA: 02318630221

*Il presente Sito non fa uso di cookies

 Seguici su facebook


Studio legale Antolini - Viale Dante, 19 - 38079 Tione di Trento (TN) - P.IVA 02318630221 - Privacy - Cookies
T +39 0465 321141 - F +39 0465 329910
info@studiolegaleantolini.it