Consulenze

Inanellamento uccelli

La cattura temporanea per l’inanellamento può essere effettuata solo da

soggetti muniti di autorizzazione rilasciata dalle regioni su parere dell'Istituto

nazionale per la fauna selvatica; l'espressione di tale parere è subordinata alla

partecipazione a specifici corsi di istruzione, organizzati dallo stesso Istituto,

ed al superamento del relativo esame finale.

L'attività di cattura per l'inanellamento può essere svolta esclusivamente da

impianti della cui autorizzazione siano titolari le province e che siano gestiti da

personale qualificato e valutato idoneo dall'Istituto nazionale per la fauna selvatica.

L'autorizzazione alla gestione di tali impianti è concessa dalle regioni su

parere dell'Istituto nazionale per la fauna selvatica, il quale svolge altresì compiti

di controllo e di certificazione dell'attività svolta dagli impianti stessi e ne

determina il periodo di attività.

Chiunque abbatte, cattura o rinviene uccelli inanellati di darne notizia all'Istituto

nazionale per la fauna selvatica o al comune nel cui territorio è avvenuto

il fatto, il quale provvede ad informare il predetto Istituto.

Introduzione di fauna selvatica dall'estero (art. 20 LC)

L'introduzione dall'estero di fauna selvatica viva, purché appartenente alle

specie autoctone, può effettuarsi solo a scopo di ripopolamento e di miglioramento

genetico.

I permessi d'importazione possono essere rilasciati unicamente a ditte che

dispongono di adeguate strutture ed attrezzature per ogni singola specie di selvatici,

al fine di avere le opportune garanzie per controlli, eventuali quarantene

e relativi controlli sanitari.

Le autorizzazioni per le attività di cui al comma 1 sono rilasciate dal Ministro

delle politiche agricole alimentari e forestali su parere dell'ISPRA, nel rispetto

delle convenzioni internazionali. Nel caso di specie di uccelli che non

vivono naturalmente allo stato selvatico nel territorio europeo degli Stati membri

dell'Unione europea, il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

consulta preventivamente anche la Commissione europea.

~ Consulenze ~

Consulenze in materia di Diritto e Procedura Civile e Penale

~ La Caccia ~

Edoardo Mori
Con la collaborazione dell'avv. Andrea Antolini

Libro sul diritto della caccia, le leggi, la giurisprudenza commentata
Appunti di diritto delle armi e di balistica venatoria

~ Ulteriori Servizi ~

Studio legale in Trentino specialista in materia di caccia e armi, ampia esperienza in Diritto Civile, Diritto Penale, Diritti di Famiglia, Risarcimento Danni, Protezione dei soggetti deboli.

~ Lo studio ~

Lo Studio

Lo Studio Legale Antolini si avvale di professionisti di comprovata esperienza e competenza, offrendo particolare specializzazione in materie di caccia e armi, assistenza legale civile e penale.
Il nostro obiettivo è la comprensione degli obiettivi dei clienti, fornire consigli e servizi legali ispirati ai più elevati standard di qualità professionale.

  • Diritto Civile
  • Diritto Penale
  • Diritti di Famiglia
  • Risarcimento Danni
  • Protezione dei soggetti deboli
  • Separazioni e Divorzi

Contattaci

Studio Legale Antolini

Viale Dante, 19
38079 Tione di Trento (TN)

T. +39 0465 321141
F. +39 0465 329910

info@studiolegaleantolini.it
P.E.C.: andrea.antolini@pectrentoavvocati.it
Codice Fiscale e P.IVA: 02318630221

*Il presente Sito non fa uso di cookies

 Seguici su facebook


Studio legale Antolini - Viale Dante, 19 - 38079 Tione di Trento (TN) - P.IVA 02318630221 - Privacy - Cookies
T +39 0465 321141 - F +39 0465 329910
info@studiolegaleantolini.it