Consulenze

Esportazione Armi

L'esportazione definitiva avviene su licenza del questore. Per i paesi europei

si applica la procedura dell’accordo preventivo con il paese di destinazione

(in sostanza una licenza di importazione).

- Esportazione temporanea in paesi extracomunitari oppure in paesi comunitari

(Artt. 31 T.U. di P.S., 46 Reg. P.S., D.M. 24 novembre 1978) per chi non

ha la Carta Europea: per le armi da caccia (anche se non consentite come tali in

Italia) occorre licenza del questore valida 90 giorni dal rilascio; bisogna avere

licenza di caccia rinnovata; per le armi sportive occorre dichiarazione delle federazione

a cui si è iscritti relativa alle gare a cui partecipare e alle armi da usare;

essa viene vidimata dal questore e vale come licenza di 90 giorni. Le armi

(massimo 3 + 200 cartucce da caccia oppure 1000 per tiro sportivo), sia in uscita

che in entrata, vanno presentate al posto di polizia di frontiera.

- Esportazione temporanea mediante Carta Europea: le armi sono elencate

sulla C.E. Per armi da difesa occorre il consenso preventivo dello Stato comunitario

di destinazione e transito. Per le armi da caccia o tiro a volo occorre essere

muniti di licenza di porto di arma lunga valida in Italia (non è necessario,

per quella da caccia, aver pagato le tasse venatorie e, ma solo a mio parere,

neppure il rinnovo annuale). Per le armi sportive non occorre anche una licenza

che abiliti al trasporto poiché la C.E. è già una licenza di trasporto. Però la nozione

di arma sportiva è solo italiana. Quindi si può trasportare con la C.E.

un’arma da difesa se si parteciperà a gare sportive La regolamentazione non è

delle più chiare.

121

La Carta Europea (D.L.vo 527/1992 e D.M. 635/1996) viene rilasciata dal

questore ed è valida fino alla scadenza delle licenze di porto o di trasporto cui è

abbinata, ma non oltre 5 anni. È gratuita.

Nella C.E. deve essere indicata chiaramente la categoria a cui appartiene

l’arma perché in certi paesi è importante, e cioè:

- Doppiette e sovrapposti a canna liscia, cat. D

- Carabine a canna o canne rigate a colpo singolo, cat. C

- Fucili combinati a colpo singolo con non più di tre canne rigate e lisce e

non più di tre colpi, cat. C

- Semiautomatici a canna liscia a non più di tre colpi e canna di almeno 60

cm. cat. C

- Semiautomatici a canna rigata con serbatoio fisso a non più di tre colpi

purché non imitino fucili mitragliatori o d’assalto, cat. C.

- Tutte le altre appartengono alla cat. B

~ Consulenze ~

Consulenze in materia di Diritto e Procedura Civile e Penale

~ La Caccia ~

Edoardo Mori
Con la collaborazione dell'avv. Andrea Antolini

Libro sul diritto della caccia, le leggi, la giurisprudenza commentata
Appunti di diritto delle armi e di balistica venatoria

~ Ulteriori Servizi ~

Studio legale in Trentino specialista in materia di caccia e armi, ampia esperienza in Diritto Civile, Diritto Penale, Diritti di Famiglia, Risarcimento Danni, Protezione dei soggetti deboli.

~ Lo studio ~

Lo Studio

Lo Studio Legale Antolini si avvale di professionisti di comprovata esperienza e competenza, offrendo particolare specializzazione in materie di caccia e armi, assistenza legale civile e penale.
Il nostro obiettivo è la comprensione degli obiettivi dei clienti, fornire consigli e servizi legali ispirati ai più elevati standard di qualità professionale.

  • Diritto Civile
  • Diritto Penale
  • Diritti di Famiglia
  • Risarcimento Danni
  • Protezione dei soggetti deboli
  • Separazioni e Divorzi

Contattaci

Studio Legale Antolini

Viale Dante, 19
38079 Tione di Trento (TN)

T. +39 0465 321141
F. +39 0465 329910

info@studiolegaleantolini.it
P.E.C.: andrea.antolini@pectrentoavvocati.it
Codice Fiscale e P.IVA: 02318630221

*Il presente Sito non fa uso di cookies

 Seguici su facebook


Studio legale Antolini - Viale Dante, 19 - 38079 Tione di Trento (TN) - P.IVA 02318630221 - Privacy - Cookies
T +39 0465 321141 - F +39 0465 329910
info@studiolegaleantolini.it